Letizia Biondi

Seguimi su Facebook Instagram

Letizia Biondi

Ferrara, Forli-Cesena, Ravenna

Contatta il consulente Letizia Biondi


Informazioni sul trattamento dei dati personali

La informiamo, nel quadro della vigente normativa in materia di dati personali nel quadro del Regolamento Ue 2016/679, che CartOrange procederà al trattamento dei dati da Lei forniti nel rispetto della normativa per assicurare la piena tutela della sua riservatezza. I dati da Lei forniti saranno utilizzati da CartOrange e dal Consulente per Viaggiare® esclusivamente al fine di dare corso alla sua richiesta, rispondere alle sue domande e tenere conto nel corso del tempo delle sue richieste. A tal fine potranno essere conservati per eventuali ulteriori trattamenti futuri, evitando in ogni caso la conservazione a tempo indeterminato. Per l'esercizio dei diritti previsti dalla vigente normativa può scrivere al seguente indirizzo: CartOrange srl - Via Crocefisso 21 - 20122 Milano. Maggiori dettagli sul trattamento sono consultabili nella privacy policy generale del sito.

CAPTCHA
Grazie per la tua richiesta. Ti contatterò come da tue indicazioni. A presto!

Social

Seguimi su Facebook Instagram

Bio

Ho la fortuna di fare questo bellissimo lavoro da tanti anni e ho sempre messo grande passione nel curare i viaggi dei miei clienti. Ora come consulente CartOrange farò in modo che il tuo viaggio sia davvero unico e indimenticabile. Ogni partenza è un'occasione irripetibile per tornare cambiati, leggeri, rinnovati.

Recensioni

Silvia
stellina stellina stellina stellina stellina
SPAGNA

Ottima la consulenza prestata da Letizia a cui non esiterò a rivolgermi per futuri viaggi !

Simona
stellina stellina stellina stellina stellina
KENYA

il resort molto bello e pulito. parlano italiano ed e' sul mare

Guarda tutte le recensioni

Le mie passioni

Le ultime destinazioni da me visitate

Non sono ancora presenti elementi in questa sezione

Letizia Biondi

Il calendario degli eventi 2024 secondo CartOrange

CartOrange lancia il suo ‘calendario degli eventi’, dove le proposte di viaggio vengono realizzate, mese per mese, scegliendo le destinazioni sulla base delle manifestazioni che si svolgeranno. “Le mete di tendenza, di fatto, sono sempre più quelle dove ci si può sentire al centro dell’azione, vivendo momenti irripetibili. Può trattarsi di destinazioni esotiche ma non solo: scegliere paesi più conosciuti, andandoci però fuori stagione per uno specifico evento, vuol dire riscoprirli con occhi nuovi” dice Eleonora Sasso, responsabile marketing operativo di CartOrange. Ecco, quindi, il nostro anno di proposte: A gennaio vale il viaggio Tromsø, in Norvegia, per vedere l’aurora boreale e il festival Nordlysfestivalen – Northern Lights Festival dal 26 gennaio al 3 febbraio 2024 dove l’aurora verrà celebrata con una serie di concerti di musica classica, jazz e contemporanea. A febbraio imperdibile è il carnevale più famoso del mondo, a Rio de Janeiro dal 9 al 17 del mese, mentre marzo e un pezzetto di aprile sono i mesi del Giappone, per ammirare al fioritura dei ciliegi, l’Hanami. Ad aprile vale il viaggio la Thailandia per il Songkran, il capodanno thailandese, che si svolge dal 13 al 15 aprile di ogni anno. In questi tre giorni di “Festival dell’Acqua” le persone si gettano acqua a vicenda per simboleggiare la pulizia spirituale e l'inizio del nuovo anno. A maggio appuntamento in Galles con l'Hay Festival of Literature & Arts, dal 23 maggio al 2 giugno. La cittadina di Hay-on-Wye, nota come “la città dei libri”, chiama a raccolta autori, scrittori, artisti e pensatori di fama internazionale. Giugno è il mese del Midsommar, da festeggiare in Svezia all'aperto, con danze, canti e rituali tradizionali che hanno radici antiche e si collegano a tradizioni pagane, mentre luglio è dominato dalla festa dell’Indipendenza americana, con parate e fuochi artificiali nelle diverse città. Ad agosto la destinazione è la Colombia per la Feria de las Flores dal 2 all’11 del mese. A Medellín si celebra la cultura, la tradizione e la bellezza dei fiori, mentre settembre è il mese della Cina per prendere parte, il 17, alla Festa di Metà Autunno. Ottobre va passato a New York, per la parata di Halloween che si svolge al Greenwich Village, mentre l’1 e 2 novembre si vola in Messico per il Dia de los Muertos. Il mese di dicembre va concluso, invece, in Australia, dove l’anno nuovo arriva prima: Sidney è famosa per il suoi spettacolari fuochi d’artificio sopra l'Opera House e il Sydney Harbour Bridge.

Letizia Biondi

Vacanze di lusso nella magnifica Italia

The Telegraph, come di consueto ogni estate, lancia la sua lista dei 10 migliori hotel mare e spiaggia in Italia. Da Nord a Sud, troviamo in Liguria il Belmond hotel Splendido a Portofino, una delle grand dame dell’ospitalità italiane; in Toscana si conferma molto amato l’hotel Il Pellicano all’Argentario, mentre la palma d’oro per numero di strutture segnalate va alla Campania. Qui troviamo l’hotel Santa Caterina di Amalfi, Il San Pietro di Positano e, sempre nella cittadina sulla costiera, La Sireneuse. Sulle isole spiccano il J.K. Place di Capri e l’hotel Mezzatore di Ischia. In Puglia trova la giusta luce la Masseria San Domenico di Egnazia Ospitalità Italiana, mentre in Sicilia piace il Belmond Villa Sant’Andrea di Taormina. In Sardegna, infine, menzione per l’hotel Capo d’Orso a Palau.

Letizia Biondi

Metrò che hanno fatto la storia: mind the gap da Londra a Chicago

Buon compleanno Tube! A gennaio 2023 la metropolitana londinese, o meglio la sua parte più antica, ha compiuto 160 anni di attività, celebrandosi così come la più antica del mondo, classe 1863. Ma non è l’unica ultracentenaria del globo. Da Parigi a New York, la metrò non è solo un utile anzi indispensabile mezzo di trasporto quando si viaggia in una metropoli, ma spesso diventa attrazione essa stessa, sede di stazioni da visitare come monumenti o custode di storie, racconti e leggende. Ecco quindi una carrellata delle underground più antiche del mondo: mettetevi comodi Londra, la prima (1863) Cominciamo appunto dalla capitale britannica, dove il primo tratto fu inaugurato il 10 gennaio 1863 con locomotive a vapore. Oggi esiste una rete sotterranea di 408 chilometri di linee attive che porterà ovunque in città, compresa la nuova Elizabeth Line così battezzata l’anno scorso in onore del Giubileo di sua maestà pochi mesi prima della sua morte. Per scoprirne tutte le curiosità, si può visitare il Museo dei Trasporti di Londra. Il Tünel di Istanbul (1875) Il Tünel è stato il primo sistema di metropolitana dell’Europa continentale, entrato in funzione nel 1875 e, nonostante la sua breve distanza di 573 metri, trasporta ogni giorno 12.000 passeggeri. E oggi è un esperienza-lampo, il tragitto completo dura infatti solo 90 secondi. Chicago “L” (1892) La “L” di Chicago ha iniziato a funzionare il 6 giugno 1892, alla fine del XIX secolo, e l’origine del suo nome deriva dalla parola “elevato”, perché ci sono parti in cui sale in superficie. È la terza metropolitana più trafficata degli Stati Uniti, con una media di oltre 600.000 persone a settimana. Con il Chicago Explorer Pass si può utilizzare per vedere tutte le attrazioni della città. Metropolitana di Glasgow (1896) Nel 1896 iniziò a circolare la linea unica della Glasgow Metropolitan Railway, una delle metropolitane più antiche del mondo. Un’occasione per scoprire un lato insolito e sotterraneo della città. La Belle Epoque della metropolitana di Budapest (1896) La metropolitana di Budapest ha un totale di 52 stazioni e solo 4 linee. Nel 1896 è nata la linea 1, dichiarata Patrimonio dell’Umanità nel 2002. Alcune stazioni conservano ancora un’aria antica e decorazioni che trasportano in un’altra epoca. La métropolitain di Parigi (1900) La metrò di Parigi cattura fin dalla superficie, con i lampioni e le caratteristiche insegne, spesso in pieno stile Belle Epoque, che campeggiano agli ingressi. Il 19 luglio 1900 fu lanciata la prima linea e negli anni a seguire furono infatti installati diversi ingressi in ferro battuto, influenzati dalla corrente art nouveau. Berlin U-Bahn (1902) La U-Bahn raggiunge i 72 chilometri orari, ha 175 stazioni e quasi 150 chilometri di binari. Questa rete, inaugurata nel 1902, ha attraversato diversi momenti storici. Durante la Seconda Guerra Mondiale è stato utilizzato come bunker e dal 1945 al 1989 le stazioni al confine tra est e ovest furono bloccate diventando stazioni fantasma. Una metropolitana che racconta la storia. New York, la metropolitana che non dorme mai (1904) Chi visita la Grande Mela sicuramente si fa fotografare con l’insegna della subway, mitica, caotica, rumorosa ma anche immortalata innumerevoli volte su piccolo e grande schermo. Inaugurata nel 1904. 30.000 lavoratori sono stati coinvolti nella sua costruzione e il primo giorno di funzionamento è stato utilizzato da 127.381 persone. Inoltre, è aperta 24 ore su 24. Il Septa di Filadelfia (1907) Questa rete di trasporto pubblico ha tratti in superficie e altri in sotterraneo. Dal 1907 è stata creata la rete di binari che oggi, con 208 stazioni, è il modo più veloce per vedere una delle città più antiche degli Stati Uniti. Per conoscere la storia di Filadelfia si può anche visitare il Museo della Rivoluzione Americana. Metro di Madrid (1919) Gran Vía, Sol, La Latina, Moncloa, sono tutti luoghi simbolo della capitale spagnola da poter raggiungere con una corsa in metrò. Fu il re Alfonso XIII a inaugurarla il 17 ottobre 1919. Da visitare è anche la stazione di Chamberí, che faceva parte della prima linea inaugurata ma fu dismessa negli anni Sessanta e oggi offre uno spaccato d’epoca.

Letizia Biondi

Spa di lusso d’Italia: selezione Condé Nast dall’Alto Adige alla Sicilia

Quando il benessere fa rima con lusso: Arriva infatti la nuova Guida Luxury Spas 2023, in cui sono presenti le più esclusive e suggestive Spa al mondo selezionate per i lettori dai local expert, per un viaggio dedicato al relax e al benessere. Chi è in cerca di ispirazioni per la prossima vacanza, o solo per un weekend romantico, rigenerante, rilassante può cercare la propria esperienza anche in Italia. Il nostro Paese infatti è presente quest’anno con 14 Spa, di cui ben 6 new entry. Nella Guida Luxury Spas 2023 sono inserite le migliori strutture al mondo, a cui è dedicata una pagina intera con descrizione dei trattamenti signature, prodotti, caratteristiche e foto. Le spa sono divise per 4 aree geografiche (America, Asia, Europa&Mediterraneo e Oceano Indiano) e per 14 Paesi. Ed ecco le italiane. Si parte dal nord e dalla montagna, con Adler Lodge Alpe e Adler Lodge Ritten sulle Dolomiti, Adler Spa Resort Balance e Adler Spa Resort Dolomiti a Ortisei, per poi proseguire verso la Toscana con l’Adler Spa Resort Thermae in Val d’Orcia. Sempre per il gruppo Adler poi c’è una new entry, lo Spa Resort in Sicilia ad Agrigento. Nuovi ingressi sono anche Esplanade Tergesteo – Luxury Retreat a Montegrotto Terme in provincia di Padova, Gardena Grödnerhof Hotel & Spa in Trentino, Lucia Magnani Health Clinic e Palazzo di Varignana Wellness & Agricultural Estate in Emilia Romagna e Villa Eden The Leading Park Retreat a Merano. Completano la lista Lefay Resort & Spa Lago di Garda, Lefay Resort & Spa Dolomiti, Lido Palace a Riva del Garda. Nelle ultime pagine della guida è presente anche un Glossario che illustra il significato di tutti i trattamenti, tecniche e discipline citate.

Letizia Biondi

Novità ad Uluru

A partire da maggio ci sarà un nuovo spettacolo di suoni e luci ad Uluru, chiamato Wintjiri Wiru (in lingua locale vuol dire “bellissima vista verso l’orizzonte”). Dopo aver ammirato il tramonto su Uluru e gustato un’ottima cena picnic, circa 1200 droni solcheranno il buio per narrare la storia aborigena dello spirito Mala. Possibilità di assistere allo spettacolo anche senza cena. L'Australia è veramente un posto magico!

Letizia Biondi

Diving in Italia: sì, ma dove? I dieci fondali più belli

L’estate è ufficialmente iniziata e con essa la voglia di tuffarsi e godersi il mare, anche dei suoi tesori più nascosti. Dall’Argentario a Lampedusa, ecco la top ten delle mete ideali dove immergersi per esplorare i fondali più belli del mare d’Italia. A stilarla sono stati gli esperti di Scubadvisor, app interamente dedicata agli appassionati di immersioni. La top ten di Scubadvisor 2022 vede al primo posto della classifica Ustica, prima riserva marina protetta d’Italia fin dal 1986 e considerato dai suoi estimatori “il segreto meglio custodito del Mediterraneo”. Al secondo posto la Sardegna con la Grotta di Nereo, al di sotto del promontorio calcareo di Capo Caccia. Qui, tra i 15 e i 30 metri di profondità, c’è un mondo subacqueo nascosto. I dintorni della grotta di Nereo non sono riservati esclusivamente alle immersioni in profondità, è possibile abbinare, infatti, attività di snorkeling in acqua e trekking in superficie, tra pareti verticali e canyon. Al terzo posto Lampedusa. Scubadvisor segnala l’immersione a sud dell’Isola dei Conigli, alla scoperta della statua in bronzo che rappresenta la Madonna del Mare. In quarta posizione ecco la Puglia, con la Secca del Faro di Gallipoli. Qui immergendosi sotto la guida di uno dei diving centre locali, si scopre un mondo sottomarino ideale per chi desidera una discesa un po’ più impegnativa, con una presenza notevole di corallo nero, di gorgonia rossa, gorgonia gialla e della rara gerardia savaglia. Al quinto posto c’è il Parco sommerso di Baia, a nord del golfo di Napoli, definito anche la Pompei sommersa, ideale per gli appassionati di archeologia subaquea. Si tratta di un’area marina protetta, istituita come tale vent’anni fa e che costituisce il sito archeologico sommerso più importante d’Italia. Si va in Toscana per il sesto posto del Parco Marino dell’isola di Giannutri, che fa parte del cosiddetto Santuario dei Cetacei, un’ampia area marina compresa tra la Liguria e la Sardegna per la protezione dei mammiferi marini. Le insenature più belle dell’isola di Giannutri si raggiungono in barca o camminando per i sentieri presenti sull’isola. Al settimo posto non poteva mancare l’Isola d’Elba, con il sito del relitto dell’Elviscot. Si tratta di una piccola nave che naufragò nel 1972 e che è adagiata su un fianco sui fondali fra gli 8 e i 12 metri di profondità.  All’ottavo posto si va in Sardegna alla Secca del Papa, per l’esattezza all’isola di Tavolara, di fronte a San Teodoro. Qui si può raggiungere il punto immersione solamente con i diving del luogo. Da ammirare sono le pareti di gorgonie monitorate costantemente dai biologi marini e da non perdere è l’esperienza di nuotare tra le cernie giganti. Con un po’ di fortuna è possibile assistere alla riproduzione delle murene. Al nono posto si piazza lo Scoglio dell’Elefante alle Isole Tremiti in Puglia. Lo scoglio è una roccia prossima alla Punta di San Domino, alta circa 20 metri e che sembra scolpita dal vento proprio a farle assumere le sembianze di un pachiderma di roccia. È l’ideale per abbinare una esperienza di trekking raggiungendo il luogo a piedi per poi tuffarsi. I fondali di massimo 2 metri permettono di ammirare uno dei migliori paesaggi delle Tremiti. Infine, la top ten su dove godersi le immersioni più belle d’Italia si chiude con la Secca della Formica, a circa un miglio dal porto di Porticello, vicino Palermo. Una sorta di montagna che sprofonda per 60 metri con due estremità che affiorano sulla superfice dell’acqua. Ai tempi dei romani e dei fenici il luogo fu teatro di disastrosi naufragi mentre oggi è uno dei paradisi delle immersioni. I suoi fondali poco profondi la rendono adatta anche allo snorkeling e ai subacquei meno esperti.

Letizia Biondi

L'Australia riapre al turismo :)

Anche l'Australia riapre al turismo. Le ultime notizie dall'ufficio del turismo australiano dichiarano che non è più richiesto il certificato vaccinale, né altro documento o esenzione. Resta l'obbligo della mascherina a bordo degli aerei sui voli internazionali. A partire dal prossimo 19 luglio sui voli internazionali operati da Qantas non sarà più richiesto l’obbligo di vaccinazione. La compagnia aerea australiana si adegua in questo modo alle nuove indicazioni da parte del Governo, orientato ormai a togliere tutte le restrizioni possibili per favorire la massima ripresa del turismo internazionale. Non c'è tempo da perdere. Contattami per organizzare il tuo viaggio in Australia!     Nuove regole di ingresso in Australia: - Ai viaggiatori non sarà più richiesto il certificato vaccinale - I passeggeri non dovranno più presentare il Digital Passenger Declaration (DPD) - I passeggeri non vaccinati non dovranno più richiedere esenzioni - La mascherina per i voli internazionali continua ad essere obbligatoria - Il governo australiano incoraggia tutti i viaggiatori a vaccinarsi per la tutela di sè stessi e degli altri - Tutti i viaggiatori in arrivo dovranno conformarsi alle regole di ogni singolo stato e territorio ove applicabili ed è responsabilità dei viaggiatori

Letizia Biondi

Dal 2024 letti anche in classe economy su Air New Zealand

News dal mondo degli aerei: siete pronti a volare alto? La possibilità di potere usufruire di un letto in aereo anche in classe economy si avvicina, anche se la novità verrà riservata a un tipo particolare di collegamenti, ovvero quelli a lunghissima gittata. Il primo passo ufficiale in questo senso lo ha fatto Air New Zealand, che farà esordire i modelli Skynest sui B787 Dreamliners a partire dal 2024. Secondo quanto riportato da Travelweekly, la nuova configurazione verrà utilizzata sui collegamenti che inizieranno già dal prossimo autunno tra Auckland e New York e Chicago e faranno parte di una completa revisione degli interni dell’aereo sia in classe economy sia nelle classi premium. Il tutto con l’obiettivo di creare un’esperienza di volo sempre più speciale. Nelle nuove configurazioni i letti skynest disponibili saranno in totale

Letizia Biondi

OMAN: cadono le ultime restrizioni covid

Cadono definitivamente tutte le restrizioni anti Covid-19 ancora vigenti nel Sultanato. Per entrare nel Paese non sarà più necessario esibire alcun documento che attesti l’avvenuta vaccinazione, l’uso della mascherina non è più obbligatorio e l’accesso ai luoghi pubblici è consentito senza limitazioni. L'estate in Oman offre paesaggi inaspettati, deserti e spiagge che non ti immagini. Riprendiamo a viaggiare!

Letizia Biondi

Grecia no green pass: grande protagonista dell'estate 2022

Ulteriore passo in avanti verso la fine delle restrizioni di viaggio Covid per la Grecia. Dallo scorso 1 maggio, infatti, il Paese ha abolito il green pass come requisito per entrare nel Paese per tutti i turisti. Secondo la nota dell’Ente nazionale ellenico per il turismo, infatti, non è più richiesto il certificato di vaccinazione o di guarigione dal Covid sia per entrare nel Paese sia per accedere ai luoghi all’aperto o al chiuso all’interno di tutta la Grecia. D’ora in avanti non sarà più richiesto nemmeno il risultato negativo di un tampone per i non vaccinati. Unico obbligo rimasto in vigore: indossare la mascherina nei luoghi al chiuso. Inoltre, la capienza di ristoranti, discoteche, sale divertimento, supermercati e negozi è stata portata al 100%. Già lo scorso 4 marzo, infine, la Grecia aveva annullato la compilazione del Plf. Con questa ulteriore mossa il Paese ellenico si prepara alla stagione estiva e si candida ad essere la top destination del Mediterraneo puntando sia sull’abolizione di quasi tutte le norme Covid che sulla competitività dei prezzi.

Accedi alla Lista Nozze

Scrivi la parola chiave comunicata dagli sposi ed accedi alla lista

Bio

Ho la fortuna di fare questo bellissimo lavoro da tanti anni e ho sempre messo grande passione nel curare i viaggi dei miei clienti. Ora come consulente CartOrange farò in modo che il tuo viaggio sia davvero unico e indimenticabile. Ogni partenza è un'occasione irripetibile per tornare cambiati, leggeri, rinnovati.

Recensioni

Silvia
stellina stellina stellina stellina stellina
SPAGNA

Ottima la consulenza prestata da Letizia a cui non esiterò a rivolgermi per futuri viaggi !

Simona
stellina stellina stellina stellina stellina
KENYA

il resort molto bello e pulito. parlano italiano ed e' sul mare

Guarda tutte le recensioni

Le mie passioni

Gallery dei miei viaggi

Non sono ancora presenti elementi in questa sezione

Letizia Biondi

Il calendario degli eventi 2024 secondo CartOrange

CartOrange lancia il suo ‘calendario degli eventi’, dove le proposte di viaggio vengono realizzate, mese per mese, scegliendo le destinazioni sulla base delle manifestazioni che si svolgeranno. “Le mete di tendenza, di fatto, sono sempre più quelle dove ci si può sentire al centro dell’azione, vivendo momenti irripetibili. Può trattarsi di destinazioni esotiche ma non solo: scegliere paesi più conosciuti, andandoci però fuori stagione per uno specifico evento, vuol dire riscoprirli con occhi nuovi” dice Eleonora Sasso, responsabile marketing operativo di CartOrange. Ecco, quindi, il nostro anno di proposte: A gennaio&n...

CartOrange lancia il suo ‘calendario degli eventi’, dove le proposte di viaggio vengono realizzate, mese per mese, scegliendo le destinazioni sulla base delle manifestazioni che si svolgeranno. “Le mete di tendenza, di fatto, sono sempre più quelle dove ci si può sentire al centro dell’azione, vivendo momenti irripetibili. Può trattarsi di destinazioni esotiche ma non solo: scegliere paesi più conosciuti, andandoci però fuori stagione per uno specifico evento, vuol dire riscoprirli con occhi nuovi” dice Eleonora Sasso, responsabile marketing operativo di CartOrange. Ecco, quindi, il nostro anno di proposte: A gennaio vale il viaggio Tromsø, in Norvegia, per vedere l’aurora boreale e il festival Nordlysfestivalen – Northern Lights Festival dal 26 gennaio al 3 febbraio 2024 dove l’aurora verrà celebrata con una serie di concerti di musica classica, jazz e contemporanea. A febbraio imperdibile è il carnevale più famoso del mondo, a Rio de Janeiro dal 9 al 17 del mese, mentre marzo e un pezzetto di aprile sono i mesi del Giappone, per ammirare al fioritura dei ciliegi, l’Hanami. Ad aprile vale il viaggio la Thailandia per il Songkran, il capodanno thailandese, che si svolge dal 13 al 15 aprile di ogni anno. In questi tre giorni di “Festival dell’Acqua” le persone si gettano acqua a vicenda per simboleggiare la pulizia spirituale e l'inizio del nuovo anno. A maggio appuntamento in Galles con l'Hay Festival of Literature & Arts, dal 23 maggio al 2 giugno. La cittadina di Hay-on-Wye, nota come “la città dei libri”, chiama a raccolta autori, scrittori, artisti e pensatori di fama internazionale. Giugno è il mese del Midsommar, da festeggiare in Svezia all'aperto, con danze, canti e rituali tradizionali che hanno radici antiche e si collegano a tradizioni pagane, mentre luglio è dominato dalla festa dell’Indipendenza americana, con parate e fuochi artificiali nelle diverse città. Ad agosto la destinazione è la Colombia per la Feria de las Flores dal 2 all’11 del mese. A Medellín si celebra la cultura, la tradizione e la bellezza dei fiori, mentre settembre è il mese della Cina per prendere parte, il 17, alla Festa di Metà Autunno. Ottobre va passato a New York, per la parata di Halloween che si svolge al Greenwich Village, mentre l’1 e 2 novembre si vola in Messico per il Dia de los Muertos. Il mese di dicembre va concluso, invece, in Australia, dove l’anno nuovo arriva prima: Sidney è famosa per il suoi spettacolari fuochi d’artificio sopra l'Opera House e il Sydney Harbour Bridge.
Leggi tutto
Letizia Biondi

Vacanze di lusso nella magnifica Italia

The Telegraph, come di consueto ogni estate, lancia la sua lista dei 10 migliori hotel mare e spiaggia in Italia. Da Nord a Sud, troviamo in Liguria il Belmond hotel Splendido a Portofino, una delle grand dame dell’ospitalità italiane; in Toscana si conferma molto amato l’hotel Il Pellicano all’Argentario, mentre la palma d’oro per numero di strutture segnalate va alla Campania. Qui troviamo l’hotel Santa Caterina di Amalfi, Il San Pietro di Positano e, sempre nella cittadina sulla costiera, La Sireneuse. Sulle isole spiccano il J.K. Place di Capri e l’hotel Mezzatore di Ischia. In Puglia ...

The Telegraph, come di consueto ogni estate, lancia la sua lista dei 10 migliori hotel mare e spiaggia in Italia. Da Nord a Sud, troviamo in Liguria il Belmond hotel Splendido a Portofino, una delle grand dame dell’ospitalità italiane; in Toscana si conferma molto amato l’hotel Il Pellicano all’Argentario, mentre la palma d’oro per numero di strutture segnalate va alla Campania. Qui troviamo l’hotel Santa Caterina di Amalfi, Il San Pietro di Positano e, sempre nella cittadina sulla costiera, La Sireneuse. Sulle isole spiccano il J.K. Place di Capri e l’hotel Mezzatore di Ischia. In Puglia trova la giusta luce la Masseria San Domenico di Egnazia Ospitalità Italiana, mentre in Sicilia piace il Belmond Villa Sant’Andrea di Taormina. In Sardegna, infine, menzione per l’hotel Capo d’Orso a Palau.
Leggi tutto
Letizia Biondi

Metrò che hanno fatto la storia: mind the gap da Londra a Chicago

Buon compleanno Tube! A gennaio 2023 la metropolitana londinese, o meglio la sua parte più antica, ha compiuto 160 anni di attività, celebrandosi così come la più antica del mondo, classe 1863. Ma non è l’unica ultracentenaria del globo. Da Parigi a New York, la metrò non è solo un utile anzi indispensabile mezzo di trasporto quando si viaggia in una metropoli, ma spesso diventa attrazione essa stessa, sede di stazioni da visitare come monumenti o custode di storie, racconti e leggende. Ecco quindi una carrellata delle underground più antiche del mondo: mettetevi comodi Londra, la prima (1863) Cominciamo appunto dalla capitale britanni...

Buon compleanno Tube! A gennaio 2023 la metropolitana londinese, o meglio la sua parte più antica, ha compiuto 160 anni di attività, celebrandosi così come la più antica del mondo, classe 1863. Ma non è l’unica ultracentenaria del globo. Da Parigi a New York, la metrò non è solo un utile anzi indispensabile mezzo di trasporto quando si viaggia in una metropoli, ma spesso diventa attrazione essa stessa, sede di stazioni da visitare come monumenti o custode di storie, racconti e leggende. Ecco quindi una carrellata delle underground più antiche del mondo: mettetevi comodi Londra, la prima (1863) Cominciamo appunto dalla capitale britannica, dove il primo tratto fu inaugurato il 10 gennaio 1863 con locomotive a vapore. Oggi esiste una rete sotterranea di 408 chilometri di linee attive che porterà ovunque in città, compresa la nuova Elizabeth Line così battezzata l’anno scorso in onore del Giubileo di sua maestà pochi mesi prima della sua morte. Per scoprirne tutte le curiosità, si può visitare il Museo dei Trasporti di Londra. Il Tünel di Istanbul (1875) Il Tünel è stato il primo sistema di metropolitana dell’Europa continentale, entrato in funzione nel 1875 e, nonostante la sua breve distanza di 573 metri, trasporta ogni giorno 12.000 passeggeri. E oggi è un esperienza-lampo, il tragitto completo dura infatti solo 90 secondi. Chicago “L” (1892) La “L” di Chicago ha iniziato a funzionare il 6 giugno 1892, alla fine del XIX secolo, e l’origine del suo nome deriva dalla parola “elevato”, perché ci sono parti in cui sale in superficie. È la terza metropolitana più trafficata degli Stati Uniti, con una media di oltre 600.000 persone a settimana. Con il Chicago Explorer Pass si può utilizzare per vedere tutte le attrazioni della città. Metropolitana di Glasgow (1896) Nel 1896 iniziò a circolare la linea unica della Glasgow Metropolitan Railway, una delle metropolitane più antiche del mondo. Un’occasione per scoprire un lato insolito e sotterraneo della città. La Belle Epoque della metropolitana di Budapest (1896) La metropolitana di Budapest ha un totale di 52 stazioni e solo 4 linee. Nel 1896 è nata la linea 1, dichiarata Patrimonio dell’Umanità nel 2002. Alcune stazioni conservano ancora un’aria antica e decorazioni che trasportano in un’altra epoca. La métropolitain di Parigi (1900) La metrò di Parigi cattura fin dalla superficie, con i lampioni e le caratteristiche insegne, spesso in pieno stile Belle Epoque, che campeggiano agli ingressi. Il 19 luglio 1900 fu lanciata la prima linea e negli anni a seguire furono infatti installati diversi ingressi in ferro battuto, influenzati dalla corrente art nouveau. Berlin U-Bahn (1902) La U-Bahn raggiunge i 72 chilometri orari, ha 175 stazioni e quasi 150 chilometri di binari. Questa rete, inaugurata nel 1902, ha attraversato diversi momenti storici. Durante la Seconda Guerra Mondiale è stato utilizzato come bunker e dal 1945 al 1989 le stazioni al confine tra est e ovest furono bloccate diventando stazioni fantasma. Una metropolitana che racconta la storia. New York, la metropolitana che non dorme mai (1904) Chi visita la Grande Mela sicuramente si fa fotografare con l’insegna della subway, mitica, caotica, rumorosa ma anche immortalata innumerevoli volte su piccolo e grande schermo. Inaugurata nel 1904. 30.000 lavoratori sono stati coinvolti nella sua costruzione e il primo giorno di funzionamento è stato utilizzato da 127.381 persone. Inoltre, è aperta 24 ore su 24. Il Septa di Filadelfia (1907) Questa rete di trasporto pubblico ha tratti in superficie e altri in sotterraneo. Dal 1907 è stata creata la rete di binari che oggi, con 208 stazioni, è il modo più veloce per vedere una delle città più antiche degli Stati Uniti. Per conoscere la storia di Filadelfia si può anche visitare il Museo della Rivoluzione Americana. Metro di Madrid (1919) Gran Vía, Sol, La Latina, Moncloa, sono tutti luoghi simbolo della capitale spagnola da poter raggiungere con una corsa in metrò. Fu il re Alfonso XIII a inaugurarla il 17 ottobre 1919. Da visitare è anche la stazione di Chamberí, che faceva parte della prima linea inaugurata ma fu dismessa negli anni Sessanta e oggi offre uno spaccato d’epoca.
Leggi tutto
Letizia Biondi

Spa di lusso d’Italia: selezione Condé Nast dall’Alto Adige alla Sicilia

Quando il benessere fa rima con lusso: Arriva infatti la nuova Guida Luxury Spas 2023, in cui sono presenti le più esclusive e suggestive Spa al mondo selezionate per i lettori dai local expert, per un viaggio dedicato al relax e al benessere. Chi è in cerca di ispirazioni per la prossima vacanza, o solo per un weekend romantico, rigenerante, rilassante può cercare la propria esperienza anche in Italia. Il nostro Paese infatti è presente quest’anno con 14 Spa, di cui ben 6 new entry. Nella Guida Luxury Spas 2023 sono inserite le migliori strutture al mondo, a cui è dedicata una pagina intera con descrizione dei trattamenti signature, prodotti...

Quando il benessere fa rima con lusso: Arriva infatti la nuova Guida Luxury Spas 2023, in cui sono presenti le più esclusive e suggestive Spa al mondo selezionate per i lettori dai local expert, per un viaggio dedicato al relax e al benessere. Chi è in cerca di ispirazioni per la prossima vacanza, o solo per un weekend romantico, rigenerante, rilassante può cercare la propria esperienza anche in Italia. Il nostro Paese infatti è presente quest’anno con 14 Spa, di cui ben 6 new entry. Nella Guida Luxury Spas 2023 sono inserite le migliori strutture al mondo, a cui è dedicata una pagina intera con descrizione dei trattamenti signature, prodotti, caratteristiche e foto. Le spa sono divise per 4 aree geografiche (America, Asia, Europa&Mediterraneo e Oceano Indiano) e per 14 Paesi. Ed ecco le italiane. Si parte dal nord e dalla montagna, con Adler Lodge Alpe e Adler Lodge Ritten sulle Dolomiti, Adler Spa Resort Balance e Adler Spa Resort Dolomiti a Ortisei, per poi proseguire verso la Toscana con l’Adler Spa Resort Thermae in Val d’Orcia. Sempre per il gruppo Adler poi c’è una new entry, lo Spa Resort in Sicilia ad Agrigento. Nuovi ingressi sono anche Esplanade Tergesteo – Luxury Retreat a Montegrotto Terme in provincia di Padova, Gardena Grödnerhof Hotel & Spa in Trentino, Lucia Magnani Health Clinic e Palazzo di Varignana Wellness & Agricultural Estate in Emilia Romagna e Villa Eden The Leading Park Retreat a Merano. Completano la lista Lefay Resort & Spa Lago di Garda, Lefay Resort & Spa Dolomiti, Lido Palace a Riva del Garda. Nelle ultime pagine della guida è presente anche un Glossario che illustra il significato di tutti i trattamenti, tecniche e discipline citate.
Leggi tutto
Letizia Biondi

Novità ad Uluru

A partire da maggio ci sarà un nuovo spettacolo di suoni e luci ad Uluru, chiamato Wintjiri Wiru (in lingua locale vuol dire “bellissima vista verso l’orizzonte”). Dopo aver ammirato il tramonto su Uluru e gustato un’ottima cena picnic, circa 1200 droni solcheranno il buio per narrare la storia aborigena dello spirito Mala. Possibilità di assistere allo spettacolo anche senza cena. L'Australia è veramente un posto magico!

Letizia Biondi

Diving in Italia: sì, ma dove? I dieci fondali più belli

L’estate è ufficialmente iniziata e con essa la voglia di tuffarsi e godersi il mare, anche dei suoi tesori più nascosti. Dall’Argentario a Lampedusa, ecco la top ten delle mete ideali dove immergersi per esplorare i fondali più belli del mare d’Italia. A stilarla sono stati gli esperti di Scubadvisor, app interamente dedicata agli appassionati di immersioni. La top ten di Scubadvisor 2022 vede al primo posto della classifica Ustica, prima riserva marina protetta d’Italia fin dal 1986 e considerato dai suoi estimatori “il segreto meglio custodito del Mediterraneo”. Al secondo posto la Sardegna con la Grotta di Nereo, al di sotto del...

L’estate è ufficialmente iniziata e con essa la voglia di tuffarsi e godersi il mare, anche dei suoi tesori più nascosti. Dall’Argentario a Lampedusa, ecco la top ten delle mete ideali dove immergersi per esplorare i fondali più belli del mare d’Italia. A stilarla sono stati gli esperti di Scubadvisor, app interamente dedicata agli appassionati di immersioni. La top ten di Scubadvisor 2022 vede al primo posto della classifica Ustica, prima riserva marina protetta d’Italia fin dal 1986 e considerato dai suoi estimatori “il segreto meglio custodito del Mediterraneo”. Al secondo posto la Sardegna con la Grotta di Nereo, al di sotto del promontorio calcareo di Capo Caccia. Qui, tra i 15 e i 30 metri di profondità, c’è un mondo subacqueo nascosto. I dintorni della grotta di Nereo non sono riservati esclusivamente alle immersioni in profondità, è possibile abbinare, infatti, attività di snorkeling in acqua e trekking in superficie, tra pareti verticali e canyon. Al terzo posto Lampedusa. Scubadvisor segnala l’immersione a sud dell’Isola dei Conigli, alla scoperta della statua in bronzo che rappresenta la Madonna del Mare. In quarta posizione ecco la Puglia, con la Secca del Faro di Gallipoli. Qui immergendosi sotto la guida di uno dei diving centre locali, si scopre un mondo sottomarino ideale per chi desidera una discesa un po’ più impegnativa, con una presenza notevole di corallo nero, di gorgonia rossa, gorgonia gialla e della rara gerardia savaglia. Al quinto posto c’è il Parco sommerso di Baia, a nord del golfo di Napoli, definito anche la Pompei sommersa, ideale per gli appassionati di archeologia subaquea. Si tratta di un’area marina protetta, istituita come tale vent’anni fa e che costituisce il sito archeologico sommerso più importante d’Italia. Si va in Toscana per il sesto posto del Parco Marino dell’isola di Giannutri, che fa parte del cosiddetto Santuario dei Cetacei, un’ampia area marina compresa tra la Liguria e la Sardegna per la protezione dei mammiferi marini. Le insenature più belle dell’isola di Giannutri si raggiungono in barca o camminando per i sentieri presenti sull’isola. Al settimo posto non poteva mancare l’Isola d’Elba, con il sito del relitto dell’Elviscot. Si tratta di una piccola nave che naufragò nel 1972 e che è adagiata su un fianco sui fondali fra gli 8 e i 12 metri di profondità.  All’ottavo posto si va in Sardegna alla Secca del Papa, per l’esattezza all’isola di Tavolara, di fronte a San Teodoro. Qui si può raggiungere il punto immersione solamente con i diving del luogo. Da ammirare sono le pareti di gorgonie monitorate costantemente dai biologi marini e da non perdere è l’esperienza di nuotare tra le cernie giganti. Con un po’ di fortuna è possibile assistere alla riproduzione delle murene. Al nono posto si piazza lo Scoglio dell’Elefante alle Isole Tremiti in Puglia. Lo scoglio è una roccia prossima alla Punta di San Domino, alta circa 20 metri e che sembra scolpita dal vento proprio a farle assumere le sembianze di un pachiderma di roccia. È l’ideale per abbinare una esperienza di trekking raggiungendo il luogo a piedi per poi tuffarsi. I fondali di massimo 2 metri permettono di ammirare uno dei migliori paesaggi delle Tremiti. Infine, la top ten su dove godersi le immersioni più belle d’Italia si chiude con la Secca della Formica, a circa un miglio dal porto di Porticello, vicino Palermo. Una sorta di montagna che sprofonda per 60 metri con due estremità che affiorano sulla superfice dell’acqua. Ai tempi dei romani e dei fenici il luogo fu teatro di disastrosi naufragi mentre oggi è uno dei paradisi delle immersioni. I suoi fondali poco profondi la rendono adatta anche allo snorkeling e ai subacquei meno esperti.
Leggi tutto
Letizia Biondi

L'Australia riapre al turismo :)

Anche l'Australia riapre al turismo. Le ultime notizie dall'ufficio del turismo australiano dichiarano che non è più richiesto il certificato vaccinale, né altro documento o esenzione. Resta l'obbligo della mascherina a bordo degli aerei sui voli internazionali. A partire dal prossimo 19 luglio sui voli internazionali operati da Qantas non sarà più richiesto l’obbligo di vaccinazione. La compagnia aerea australiana si adegua in questo modo alle nuove indicazioni da parte del Governo, orientato ormai a togliere tutte le restrizioni possibili per favorire la massima ripresa del turismo internazionale. Non c'è tempo da perdere. Contatta...

Anche l'Australia riapre al turismo. Le ultime notizie dall'ufficio del turismo australiano dichiarano che non è più richiesto il certificato vaccinale, né altro documento o esenzione. Resta l'obbligo della mascherina a bordo degli aerei sui voli internazionali. A partire dal prossimo 19 luglio sui voli internazionali operati da Qantas non sarà più richiesto l’obbligo di vaccinazione. La compagnia aerea australiana si adegua in questo modo alle nuove indicazioni da parte del Governo, orientato ormai a togliere tutte le restrizioni possibili per favorire la massima ripresa del turismo internazionale. Non c'è tempo da perdere. Contattami per organizzare il tuo viaggio in Australia!     Nuove regole di ingresso in Australia: - Ai viaggiatori non sarà più richiesto il certificato vaccinale - I passeggeri non dovranno più presentare il Digital Passenger Declaration (DPD) - I passeggeri non vaccinati non dovranno più richiedere esenzioni - La mascherina per i voli internazionali continua ad essere obbligatoria - Il governo australiano incoraggia tutti i viaggiatori a vaccinarsi per la tutela di sè stessi e degli altri - Tutti i viaggiatori in arrivo dovranno conformarsi alle regole di ogni singolo stato e territorio ove applicabili ed è responsabilità dei viaggiatori
Leggi tutto
Letizia Biondi

Dal 2024 letti anche in classe economy su Air New Zealand

News dal mondo degli aerei: siete pronti a volare alto? La possibilità di potere usufruire di un letto in aereo anche in classe economy si avvicina, anche se la novità verrà riservata a un tipo particolare di collegamenti, ovvero quelli a lunghissima gittata. Il primo passo ufficiale in questo senso lo ha fatto Air New Zealand, che farà esordire i modelli Skynest sui B787 Dreamliners a partire dal 2024. Secondo quanto riportato da Travelweekly, la nuova configurazione verrà utilizzata sui collegamenti che inizieranno già dal prossimo autunno tra Auckland e New York e Chicago e ...

News dal mondo degli aerei: siete pronti a volare alto? La possibilità di potere usufruire di un letto in aereo anche in classe economy si avvicina, anche se la novità verrà riservata a un tipo particolare di collegamenti, ovvero quelli a lunghissima gittata. Il primo passo ufficiale in questo senso lo ha fatto Air New Zealand, che farà esordire i modelli Skynest sui B787 Dreamliners a partire dal 2024. Secondo quanto riportato da Travelweekly, la nuova configurazione verrà utilizzata sui collegamenti che inizieranno già dal prossimo autunno tra Auckland e New York e Chicago e faranno parte di una completa revisione degli interni dell’aereo sia in classe economy sia nelle classi premium. Il tutto con l’obiettivo di creare un’esperienza di volo sempre più speciale. Nelle nuove configurazioni i letti skynest disponibili saranno in totale
Leggi tutto
Letizia Biondi

OMAN: cadono le ultime restrizioni covid

Cadono definitivamente tutte le restrizioni anti Covid-19 ancora vigenti nel Sultanato. Per entrare nel Paese non sarà più necessario esibire alcun documento che attesti l’avvenuta vaccinazione, l’uso della mascherina non è più obbligatorio e l’accesso ai luoghi pubblici è consentito senza limitazioni. L'estate in Oman offre paesaggi inaspettati, deserti e spiagge che non ti immagini. Riprendiamo a viaggiare!

Letizia Biondi

Grecia no green pass: grande protagonista dell'estate 2022

Ulteriore passo in avanti verso la fine delle restrizioni di viaggio Covid per la Grecia. Dallo scorso 1 maggio, infatti, il Paese ha abolito il green pass come requisito per entrare nel Paese per tutti i turisti. Secondo la nota dell’Ente nazionale ellenico per il turismo, infatti, non è più richiesto il certificato di vaccinazione o di guarigione dal Covid sia per entrare nel Paese sia per accedere ai luoghi all’aperto o al chiuso all’interno di tutta la Grecia. D’ora in avanti non sarà più richiesto nemmeno il risultato negativo di un tampone per i non vaccinati. Unico obbligo rimasto in vigore: indossare la mascherina nei luoghi al chiuso...

Ulteriore passo in avanti verso la fine delle restrizioni di viaggio Covid per la Grecia. Dallo scorso 1 maggio, infatti, il Paese ha abolito il green pass come requisito per entrare nel Paese per tutti i turisti. Secondo la nota dell’Ente nazionale ellenico per il turismo, infatti, non è più richiesto il certificato di vaccinazione o di guarigione dal Covid sia per entrare nel Paese sia per accedere ai luoghi all’aperto o al chiuso all’interno di tutta la Grecia. D’ora in avanti non sarà più richiesto nemmeno il risultato negativo di un tampone per i non vaccinati. Unico obbligo rimasto in vigore: indossare la mascherina nei luoghi al chiuso. Inoltre, la capienza di ristoranti, discoteche, sale divertimento, supermercati e negozi è stata portata al 100%. Già lo scorso 4 marzo, infine, la Grecia aveva annullato la compilazione del Plf. Con questa ulteriore mossa il Paese ellenico si prepara alla stagione estiva e si candida ad essere la top destination del Mediterraneo puntando sia sull’abolizione di quasi tutte le norme Covid che sulla competitività dei prezzi.
Leggi tutto

Accedi alla Lista Nozze

Scrivi la parola chiave comunicata dagli sposi ed accedi alla lista

I top seller del momento

Monument Valley

Stati Uniti

Il Grande Ovest degli Stati Uniti
#visitarizona #lasvegas #california
4.8 (1439)
colazione in camera

Maldive

Atollo di Ari
#spa #relax #atolloari
4.8 (358)
viaggio in francia

Francia

Weekend a Parigi
#parigi #versailles
4.6 (153)
Chiudi

Gentile Utente,

Martedì 24 ottobre effettueremo un'importante operazione di manutenzione tecnica sul sito al fine di garantirti un'esperienza ottimale.

Ci scusiamo fin d'ora per gli eventuali inconvenienti. 


Lo Staff di CartOrange