Italia

Gusto palermitano

Storia millenaria e tradizioni che hanno resistito allo scorrere del tempo. Un viaggio alla scoperta di antichi luoghi, inconfondibili sapori e indimenticabili sensazioni.

Descrizione del viaggio

Gusto palermitano

Il fascino delle sue dominazioni

Il capoluogo siciliano rispecchia fedelmente le numerose dominazioni che si sono succedute nel corso della sua storia millenaria. All’interno del centro storico troverete un susseguirsi di palazzi nobiliari, chiese riccamente decorate e vicoli dal nome di antichi mestieri. Inizierete il vostro viaggio dal maestoso Teatro Massimo, l’edificio lirico più grande di Italia, e proseguirete per la sinuosa zona pedonale di Via Maqueda. Ammirerete i Quattro Canti, crocevia dei quattro principali quartieri del centro storico, e risalite l’antico Cassaro fino alla Cattedrale di Palermo, una delle migliori espressioni del percorso Arabo-Normanno, Patrimonio dell'UNESCO. Da non perdere una visita al Palazzo dei Normanni, ora sede del Parlamento regionale siciliano, e alla sua preziosa Cappella Palatina!

Un piccolo gioiello nei dintorni di Palermo

A pochi chilometri dal caos cittadino rimarrete estasiati dalla bellezza e dalla tranquillità di questo piccolo borgo, Monreale. Tanto piccolo ma così famoso in tutto il mondo, Monreale custodisce tesori nascosti e un patrimonio culturale unico nel suo genere, frutto delle innumerevoli influenze e dominazioni storiche. Patrimonio dell’UNESCO dal 2015 all’interno del Percorso Arabo- Normanno, Monreale vanta una cattedrale imponente di origine medievale, finemente decorata con più di 130 mosaici di natura bizantina. Non dimenticate una visita all’adiacente monastero di San Benedetto, con il suo iconografico chiostro a pianta quadrata e adornato con colonne binate di influenza araba.

Estasi per le papille gustative

Grazie alla sua straordinaria varietà culinaria, Palermo ha conquistato negli anni l’appellativo di capitale dello street food, classificandosi al 5° posto nella classifica a livello mondiale. Ogni angolo, ogni piccolo vicolo è intriso di odori e sapori, espressione della sua storia e delle sue tradizioni. Da non perdere l’audace “Pane ca Meusa”, schitto o maritato, oppure il più classico panino con panelle e crocchè. Per i più coraggiosi, una "stigghiola" appena arrostita oppure un coppino di frittola calda e fumante. Tappa obbligata in una delle numerose rosticcerie per un pranzo veloce e godurioso, a base di spiedini, ravazzate o crostini filanti. Non dimenticate di lasciare uno spazio anche per il dolce, con un cannolo o una fetta di cassata siciliana.

Destinazioni

palermo